NOTIZIE FLASH

ARCHIVIO: seleziona l'anno
04/12/2019

PSR 2014-2020: apertura bando Op. 5.1.01 Prevenzione dei danni da calamità naturali di tipo biotico

Comunicazioni e notizie n. 23

OCM MIELE: APERTURA TERMINI DI PRESENTAZIONE DOMANDE DI AIUTO

Regione Lombardia con D.d.s. 30 ottobre 2019 - n. 15536 (pubblicato sul Burl n. 45 del 06/11/2019) ha stabilito  che le domande di aiuto a favore del settore apistico 2019-2020 potranno essere presentate a partire dal 4 novembre 2019 e non oltre il 20 gennaio 2020 ed ha approvato il il Manuale delle procedure, dei controlli e delle sanzioni dell’OCM Miele - Campagna 2019/20120

 

IMPIEGO AGRONOMICO EFFLUENTI DI ALLEVAMENTO: DIVIETO INVERNALE

Con D.d.g. 31 ottobre 2019 - n. 15623 pubblicato sul Burl n. 45 del 06/11/2019) Regione Lombardia ha individuato i periodi dei divieti temporali di utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento nella stagione autunno vernina 2019/2020 come segue:

- dal 15 dicembre al 15 gennaio per il letame bovino e bufalino, ovicaprino e di equidi, quando utilizzato su pascoli e prati permanenti o avvicendati ed in pre-impianto di colture orticole

- 90 giorni tra il 1 novembre e fine febbraio di cui 62 continuativi tra il 1 dicembre ed il 31 gennaio e i restanti 28, definiti in funzione dell’andamento meteorologico, nei mesi di novembre e/o di febbraio, per:

a. per i fertilizzanti azotati e gli ammendanti organici di cui al d.lgs. 75/2010;

b. per i letami diversi da quelli della lettera a) e per i materiali assimilati al letame;

c. per il liquami e materiali ad essi assimilati, per le acque reflue, e per i fanghi derivati da trattamenti di depurazione di cui al decreto legislativo 99/1992, per le aziende con ordinamenti colturali che prevedono almeno una delle seguenti opzioni:

i. presenza di prati e/o cereali autunno vernini e/o colture ortive e/o, arboree con inerbimenti permanenti;

ii. terreni con residui colturali;

iii. preparazione dei terreni ai fini della semina primaverile anticipata o autunnale posticipata

iv. colture che utilizzano l'azoto in misura significativa anche nella stagione autunno invernale, come per esempio le colture ortofloricole e vivaistiche protette o in pieno campo.

I restanti 28 giorni sono individuati tramite il Bollettino Nitrati prodotto a cadenza bisettimanale (lunedì e giovedì) dalla DGA di Regione Lombardia in collaborazione con Arpa Lombardia ed Ersaf. Il bollettino è disponibile sul sito dell’Ersaf https://www.ersaf.lombardia.it/it/servizi-al-territorio/section-nitrati/nitrati e può essere richiesto anche iscrivendosi alle newsletter

La provincia di Cremona è in zona 5, la provincia di Mantova è in zona 6.

- dal 1 novembre a fine febbraio (120 giorni) per:

a. per il liquami e materiali ad essi assimilati, per le acque reflue e per i fanghi derivati da trattamenti di depurazione di cui al decreto legislativo 99/1992, nei terreni destinati a colture diverse da quelle di cui alla lettera b) punto c.;

b. per le deiezioni degli avicunicoli essiccate con processo rapido a tenori di sostanza secca superiore la 65%.

Aziende aderenti alla deroga nitrati

Il divieto di utilizzazione agronomica nella stagione autunno invernale inizia il 1° novembre termina in conformità con quanto definito in precedenza.

 

PROVINCIA DI CREMONA VENTI IMPETUOSI E GRANDINE DEL  2, 7 , 12 AGOSTO 2019: DELIMITAZIONE TERRITORI E PROPOSTA DI DECLARATORIA

Regione Lombardia con D.G.R.  28 ottobre 2019 - n. XI/2320 (pubblicata sul Burle n. 44 del 31/10/2019 ha deliberato la delimitazione dei territori danneggiati e specificazione delle provvidenze da applicarsi a seguito dei «Venti impetuosi e grandine del 2, 7 e 12 agosto 2019 nella provincia di Cremona e la proposta al Ministero per le Politiche agricole alimentari e forestali di declaratoria dell’eccezionalità dell’evento ai sensi del decreto legislativo 29 marzo 2004 n. 102 e successive modifiche.

Le misure volte al ripristino dei danni causati dai Venti impetuosi e grandine del 2, 7 e 12 agosto 2019 possono essere applicate nei seguenti comuni:

• strutture aziendali/scorte/attrezzature delle aziende agricole per le aziende ricadenti nei comprensori comunali di Bagnolo Cremasco, Camisano, Campagnola Cremasca, Capergnanica, Capralba, Casale Cremasco-Vidolasco, Casaletto Ceredano, Casaletto di Sopra, Castel Gabbiano, Castelleone, Credera Rubbiano, Crema, Cremosano, Cumignano sul Naviglio, Dovera, Fiesco, Genivolta, Izano, Madignano, Offanengo, Pandino, Pianengo, Ricengo, Ripalta Cremasca, Rivolta d’Adda, Romanengo, Salvirola, Sergnano, Soncino, Spino d’Adda, Ticengo, Trescore Cremasco, Trigolo, Vailate;

• infrastrutture irrigue a servizio dell’agricoltura per le aziende ricadenti nei comuni di Agnadello Bagnolo Cremasco, Camisano, Campagnola Cremasca, Capergnanica, Capralba, Casale Cremasco-Vidolasco, Casaletto Ceredano, Casaletto di Sopra, Castelleone, Credera Rubbiano, Crema, Cremosano, Cumignano sul Naviglio, Dovera, Fiesco, Genivolta, Izano, Madignano, Monte Cremasco, Offanengo, Ricengo, Ripalta  Cremasca, Rivolta d’Adda, Romanengo, Salvirola, Sergnano, Spino d’Adda, Trescore Cremasco, Trigolo, Palazzo Pignano, Ripalta Arpina, Ripalta Guerina, Vaiano Cremasco, Vailate;

 

SETTORE APISTICO: APPROVATO IL PIANO ANNUALE 2019-2020

Regione Lombardia con D.g.r. 28 ottobre 2019 - n. XI/2321 (pubblicata sul Burl n. 45 del 04/11/2019) ha deliberato l’approvazione del piano annuale di attuazione delle misure a favore del settore apistico 2019 – 2020 - Regolamento UE 1308/2013 - disposizioni relative al settore dell’apicoltura.

 

CANCRO COLORATO DEL PLATANO, NUOVA DELIMITAZIONE DEL TERRITORIO REGIONALE

Regione Lombardia con D.d.u.o. 20 maggio 2019 - n. 6999 (pubblicato sul Burl n. 21 – 24/05/2019) ha decretato la nuova delimitazione del territorio della Lombardia in applicazione del decreto ministeriale 29 febbraio 2012 Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione del cancro colorato del platano causato da ceratocystis fimbriata, come segue:

A. Zona focolaio il territorio appartenente ai seguenti comuni:

d. Provincia di Cremona: Grumello Cremonese ed Uniti, Moscazzano, Paderno Ponchielli, Pandino, Pessina Cremonese, Ripalta Cremasca, Sesto Cremonese ed Uniti, Spino d’Adda.

g. Provincia di Mantova: Gonzaga, Mantova, Poggio Rusco.

Altre province: omissis

B. Zona di contenimento il territorio appartenente ai seguenti comuni:

b. Provincia di Cremona: Crema, Cremona, Malagnino.

Altre province: omissis

Le misure fitosanitarie applicate nelle diverse aree delimitate sono quelle previste dal decreto ministeriale 29 febbraio 2012 Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione del cancro colorato del platano causato da Ceratocystis fimbriata

Revocato il d.d.u.o 9 maggio 2018 n. 6494 Delimitazione del territorio della Lombardia in applicazione del decreto ministeriale 29 febbraio 2012

 

REGIONE LOMBARDIA COMUNI DOVE E’ VIETATO L’UTILIZZO DEI FANGHI

Regione Lombardia con D.d.s. 13 novembre 2018 - n. 16377 (pubblicata sul Burl n. 47 del 20/11/2018) provvedutoall’identificazione dei comuni dove è vietato, nell’anno campagna 2018-2019, l’impiego per uso agronomico dei fanghi di depurazione in attuazione dell’articolo 6.2 “Condizioni e modalità di utilizzo dei fanghi”, lettera d) dell’allegato 1 della deliberazione della giunta regionale 1° luglio 2014, n. X/2031

PROVINCIA DI MANTOVA – COMUNI DOVE E’ VIETATO L’UTILIZZO DEI FANGHI

BAGNOLO SAN VITO, BORGO VIRGILIO, CANNETO SULL`OGLIO, CASALOLDO, CASTIGLIONE DELLE STIVIERE, GOITO, GONZAGA, GUIDIZZOLO, MARMIROLO, MOTTEGGIANA, PEGOGNAGA, PIUBEGA, RODIGO, ROVERBELLA, SAN MARTINO DALL`ARGINE

PROVINCIA DI CREMONA – COMUNI DOVE E’ VIETATO L’UTILIZZO DEI FANGHI

AGNADELLO, BAGNOLO CREMASCO, CAMISANO, CAPERGNANICA, CAPPELLA CANTONE, CAPRALBA, CASALE, CREMASCO – VIDOLASCO, CASALETTO CEREDANO, CASALETTO DI SOPRA, CASALETTO VAPRIO, CASTEL GABBIANO, CASTELLEONE, CHIEVE, CINGIA DE` BOTTI, CROTTA D`ADDA, CUMIGNANO SUL NAVIGLIO, DOVERA, FORMIGARA, GERRE DE`CAPRIOLI, GOMBITO, IZANO, MONTE CREMASCO, MOSCAZZANO, PALAZZO PIGNANO, PANDINO, PESSINA CREMONESE, PIEVE SAN GIACOMO, PIZZIGHETTONE, RICENGO, RIPALTA GUERINA, RIVOLTA D`ADDA, ROBECCO D`OGLIO, ROMANENGO, SAN BASSANO, SERGNANO, SONCINO, SPINO D`ADDA, STAGNO LOMBARDO, TICENGO, TRIGOLO, VESCOVATO

 


 

PSR 2014-2020

 

OPERAZIONE 5.1.01 PREVENZIONE DEI DANNI DA CALAMITà NATURALI DI TIPO BIOTICO

Oggetto: APPROVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Presentazione domande: dal 6 dicembre 2019 e fino alle ore 12.00.00 del giorno 31 gennaio 2020

Riferimento: Burl n. 49 - 04 dicembre 2019 - D.d.u.o. 28 novembre 2019 - n. 17249

 

OPERAZIONE 1.2.01 PROGETTI DIMOSTRATIVI E AZIONI DI INFORMAZIONE

Oggetto: APPROVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Presentazione domande: dal 10 settembre 2019 e fino alle ore 15.00.00 del giorno 18 dicembre 2019

Riferimento: Burl n. 33 - 14 agosto 2019 - D.d.s. 06 agosto 2019 - n. 11791

 

OPERAZIONE 4.4.01 INVESTIMENTI NON PRODUTTIVI FINALIZZATI PRIORITARIAMENTE ALLA CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ

Oggetto: APPROVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Presentazione domande: dal 29 luglio 2019 fino alle ore 12.00 del 18 ottobre 2019 prorogato alle ore 12.00 del 18 novembre 2019

Riferimento: Burl n. 30 - 24 luglio 2019 - D.d.s. 17 luglio 2019 - n. 10590; Burl n. 43 - 22 ottobre 2019 - D.d.s. 16 ottobre 2019 - n. 14885

 

OPERAZIONE 4.4.02 INVESTIMENTI NON PRODUTTIVI FINALIZZATI PRIORITARIAMENTE ALLA MIGLIOR GESTIONE DELLE RISORSE IDRICHE

Oggetto: APPROVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Presentazione domande: dal 29 luglio 2019 fino alle ore 12.00 del 18 ottobre 2019 prorogato alle ore 12.00 del 18 novembre 2019

Riferimento: Burl n. 30 - 24 luglio 2019 - D.d.s. 17 luglio 2019 - n. 10590; Burl n. 43 - 22 ottobre 2019 - D.d.s. 16 ottobre 2019 - n. 14885

 

OPERAZIONE 6.1.01 INCENTIVI PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE AZIENDE AGRICOLE DA PARTE DI GIOVANI AGRICOLTORI

Oggetto: APPROVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Presentazione domande:

1° periodo dal 03/07/2019 alle ore 12.00 del 31/12/2019

2° periodo dalle ore 12.01 del 31/12/2019 alle ore 12.00 del 31/03/2020

3° periodo dalle ore 12.01 del 31/03/2020 alle ore 12.00 del 10/07/2020

Riferimento: Burl n. 25 - 18 giugno 2019 - D.d.s. 12 giugno 2019 - n. 8435

 

OPERAZIONE 8.1.01 SUPPORTO AI COSTI DI IMPIANTO PER FORESTAZIONE E IMBOSCHIMENTO

Oggetto: APPROVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Presentazione domande: 2° periodo termine ore 16.00 del 10 marzo 2020 - 3° periodo termine ore 16.00 del 30 luglio 2020

Riferimento: Burl n. 11 - 12 marzo 2019 - D.d.s. 7 marzo 2019 - n. 3035