Agrometeo > Consigli agronomici > ARBOREE

ARCHIVIO: seleziona l'anno


25/03/2010

VITE Alto Mantovano, QUESTA SETTIMANA: prestare attenzione ad eventuali attacchi di nottue. Diserbo a basso dosaggio e sottofila.

COLTIVAZIONI ARBOREE

 

a cura di

dott. agr. Matteo Pinzetta

 

25 marzo 2010

 

VITE Alto Mantovano, QUESTA SETTIMANA: prestare attenzione ad eventuali attacchi di nottue. Diserbo a basso dosaggio e sottofila.

 

Fase fenologica: fine potatura

 

SCHEDA del PARASSITA :

Le nottue (Noctua pronuba, Noctua fimbriata) sono farfalle notturne estremamente polifaghe (cioè si nutrono su diverse piante) e sono particolarmente dannose alle colture erbacee. Ciò nonostante nelle ultime annate un po’ in tutto il nord Italia hanno causato notevoli danni alla coltura della vite, sulla quale danneggiano le gemme a partire dallo stadio di gemma cotonosa e anche oltre la ripresa vegetativa.

 

DIFESA:

Si consiglia di monitorare attentamente i vigneti per verificare la presenza.

Occorre ricordare che le larve di questi insetti, come del resto anche gli adulti, sono attive solo di notte, mentre durante il giorno rimangono nel terreno a pochi centimetri di profondità. Qualora si riscontrino i primi danni occorre intervenire tempestivamente sulle larve con formulati liquidi a base di piretroidi, irrorando il tralcio e il terreno sottostante.

Maggiore efficacia hanno i trattamenti effettuati nelle ore serali.

 

DISERBO:

Si consiglia di utilizzare dosi basse di diserbo e considerare la superficie effettivamente trattata.

I prodotti che danno i migliori risultati sono: 60-80 g/ha di Flazasulfuron, 3-4 l/ha di Glifosate, 2 l/ha di Oxifluorfen da solo, oppure 0,3-0,5 in associazione a Glifosate, e attenzione a non utilizzare il prodotto a dosi alte su vigneti giovani e con foglie basse (viti di 1-2 anni)

Si raccomanda di rispettare le distanze dai corsi di acqua.

Utilizzare ugelli a ventaglio asimmetrici, antideriva e più precisi.

Per un buon risultato è sufficiente diserbare solo una stretta fascia sottofila

Intervenendo precocemente si utilizzano minori dosi di diserbanti.