Agrometeo > Consigli agronomici > ARBOREE

ARCHIVIO: seleziona l'anno


06/12/2014

MELO e PERO: Resoconto fitosanitario 2014

dott. agr. Pier Paolo Morselli

Nell'annata la produzione nelle aziende è stata abbondante su tutte le varietà ad esclusione sul Kaiser .

Anche per Il melo le produzioni sono state abbondanti e quest'anno non si sono rilevati particolari problemi di ticchiolatura.

La prima parte della stagione asciutta e soleggiata ha favorito l'allegagione con una ridotta cascola post fiorale. La pezzatura alla raccolta è stata soddisfacente anche grazie alle copiose piogge del periodo di luglio agosto. Anche le varietà piu precoci non hanno avuto problemi di pezzatura.

La vera sorpresa della annata  è stata l'anticipo notevole nelle date di raccolta dovuto ad un forte anticipo di stagione, infatti su pero la fioritura è avvenuta 19 giorni prima dell'anno precedente.

Le patologie funginee, come marciumi calicini e maculatura bruna quest'anno nell'ultima parte della stagione sono state agevolate dalle condizione meteo.

Comunque ora analizziamo nel dettaglio patologia per patologia la situazione dell'annata.

 

Ticchiolatura

Le scarse  precipitazioni primaverili hanno sfavorito potenzialmente la malattia. Le infezioni gravi sono state poche e ben controllate dai trattamenti. La situazione estiva molto umida è risultata favorevole per la diffusione  della malattia ma dove non vi erano le infezioni primarie, l'infezione  secondaria nel periodo estivo non ha fatto danni.

Alla raccolta sia su melo che su pero non  si sono rilevati danni su frutti.

 

Maculatura Bruna

Le continue  piogge estive nel periodo di luglio agosto  sono state pericolose per questa patologia, non dimentichiamo comunque che anche le irrigazioni soprachioma sono state causa di infezioni.

Complessivamente si è rilevata una maggior presenza rispetto agli altri anni soprattutto nella fase di pre raccolta, in particolare di infezioni calcine, la situazione territoriale si può dire comunque sotto controllo.

 

Oidio

Complessivamente nell'annata non ci sono stati grossi problemi nemmeno sulle varietà di melo più sensibili.

 

Carpocapsa

Il ciclo dell' insetto è stato anticipato rispetto alla norma.

La prima e la seconda generazione è stata in generale contenuta senza danni .

L'andamento climatico piovoso  ha sfavorito soprattutto la terza generazione il danno è stato comunque contenuto per non dire nullo.

Rimane pertanto consigliabile nell' ottica di strategie antiresistenza  l' integrazione della lotta chimica con sistemi alternativi a basso impatto ambientale come la confusione sessuale e l' uso di virus che inoltre aiutano a preservare l' entomofauna utile per la gestione della psilla.

 

Ricamatori

Le popolazioni rimangono contenute raramente si segnalano danni dovuti alla prima generazione.

 

Psilla

Rimane il fitofago chiave per il pero. In alcune situazioni ha creato problemi nella prima parte della stagione poi psilla è stata controllata dalle continue piogge che hanno limitato lo sviluppo del fitofago. I fitofarmaci registrati per questa coltura hanno comunque mostrato un'efficacia limitata.

 

Cocciniglie

Presenza pressoché nulla.

 

Brusone

Grazie all'andamento climatico stagionale i danni da brusone fisiologico non si sono presentati.

 

Eriofide Rugginoso

Si rileva qualche caso in aumento anche a causa delle poche molecole a disposizione per questa avversità .

 

Piralide Mais

Non si sono rilevati danni significativi nel corso del 2014